Cistite rimedi naturali

 

Cos’è la cistite? 

Le vie urinarie sono costituite da diversi organi che comprendono le alte vie urinarie (reni ed ureteri) e le basse vie urinarie (vescica, uretra e prostata). Questi organi sono spesso interessati da fastidiose infiammazioni che vedono come principale causa quella batterica. La cistite costituisce la più frequente infiammazione delle vie urinarie che interessa la vescica e in minor misura l’uretra ma va comunque sottolineato come l’infezione può propagarsi da una regione all’altra e, di conseguenza, l’individuazione della regione anatomica interessata può non essere del tutto precisa. La cistite è più frequente nei soggetti di sesso femminile, con l’aumentare dell’età, in gravidanza e in menopausa. Inoltre la sua manifestazione è maggiore nei soggetti cateterizzati e nei soggetti diabetici. Nell’uomo è più frequente a partire dai 60 anni di età, generalmente in concomitanza ad un ingrossamento della prostata che può determinare un ridotto svuotamento vescicale; in questi soggetti è spesso associata a prostatite.  Come già accennato, la principale causa è quella batterica, infatti l’organismo patogeno maggiormente responsabile dell’infezione è l’escherichia coli, un batterio bastoncellare gram-. Questo microrganismo è normalmente presente nella flora intestinale ma può migrare in altre sedi anatomiche, come quella vaginale nel caso della donna, proliferare e determinare infiammazioni. Le altre cause sono le infezioni micotiche, l’uso di antibiotici, una cattiva igiene, l’uso di diaframmi e cateteri, i trattamenti radianti, le alterazioni ormonali e l’ingrossamento prostatico. La sintomatologia della cistite può comprendere bruciore, cambiamenti nella minzione che generalmente è caratterizzata da piccoli volumi e maggiore frequenza, difficoltà nella minzione accompagnata spesso da dolore, presenza di sangue o di pus nelle urine, febbre e delirium nei casi più gravi. Nel prossimo paragrafo andremo a trattare quelli che sono i principali rimedi naturali per la cistite.

Quali sono i rimedi naturali per la cistite più efficaci?

I rimedi naturali per la cistite sono molteplici e generalmente riescono a debellare la problematica senza ricorrere ai farmaci. Vediamo di seguito quali sono e come vanno utilizzati:

Acqua, si il primo passo verso la risoluzione della cistite è proprio quello di aumentare l’assunzione di acqua arrivando fino a 3-4 litri al giorno. In questo modo aiuteremo l’organismo nell’eliminazione del patogeno, riducendo l’adesione alle pareti della mucosa e riducendo notevolmente la carica batterica. Una delle condizioni che possono portare alla comparsa della cistite sono i residui di urina che non vengono eliminati e aumentando il volume di acqua assunto si andrà a favorire l’eliminazione di tali residui. 

Cranberry o Mirtillo rossouna pianta sempreverde originaria del Nord America, i cui frutti sono ricchi di molecole con proprietà farmacologiche. Tra queste ritroviamo tannini, catechine, vitamina E, vitamina C e soprattutto proantocianidine. Le prime svolgono principalmente un’azione antiossidante nei confronti dei radicali liberi, proteggono le cellule dallo stress ossidativo e possono essere utili  per rinforzare il sistema immunitario e quindi nel ridurre le recidive. Le proantocianidine, che da un punto di vista chimico sono dei polifenoli, sono le molecole principalmente coinvolte nell’azione inibente nei confronti dei microrganismi patogeni. In particolare, oltre ad acidificare le urine e quindi ridurre la crescita batterica, le proantocianidine (soprattutto la proantocianidina A) sembrano essere in grado di inibire il processo di adesione cellulare degli organismi patogeni alle cellule epiteliali del tratto urogenitale, processo che richiede l’azione delle glicoproteine in grado di legarsi su specifici recettori presenti sulle membrane cellulari. Le proantocianidine alterano tale processo adesivo permettendo quindi l’eliminazione dei microrganismi con le urine. Proprio tale meccanismo conferma ulteriormente l’importanza di bere molta acqua in caso di infezioni ai danni del tratto urinario. Sono necessari 36mg di proantocianidine per avere un effetto inibente, da assumere la sera con abbondante acqua. Il cranberry è indicato anche nei bambini. In caso di calcoli renali si consiglia di consultare il medico, in particolare in caso di assunzioni prolungate e ad alti dosaggi. I principali integratori a base di Cranberry puoi consultarli sul nostro shop attraverso il seguente link.

D-mannosiouno zucchero monosaccaride in grado di determinare l’inibizione dell’adesione batterica in maniera analoga al Cranberry, attraverso l’azione sulle fimbrie, annessi cellulari filamentosi indispensabili per il processo di adesione dei batteri sull’endotelio cellulare. Il mannosio viene prodotto anche dal nostro organismo attraverso processi biochimici e viene eliminato in gran parte dai reni sottoforma immodificata. L’assunzione di D-mannosio può variare da 500mg fino a 1500mg da assumere la sera prima di coricarsi, con abbondante acqua. Pur essendo uno zucchero, può essere assunto dai soggetti diabetici, è indicato nei bambini e non presenta particolari controindicazioni. L’unico effetto collaterale potrebbe essere quello dell’aerofagia. In presenza di calcoli renali si consiglia di consultare il medico prima dell’assunzione di mannosio, in particolare in caso di alti dosaggi. 

Origanodal greco Origanum “ornamento o splendore della montagna” è una pianta erbacea perenne che si adatta a diversi climi e altitudini, molto diffusa nell’Italia meridionale. La sua azione benefica nella cura della cistite è da ricondurre all’azione antibatterica che la pianta possiede per la presenza di una particolare molecola, il carvacrolo, un monoterpene fenolico presente nell’olio essenziale della pianta. Questa molecola possiede una importante azione antibatterica, infatti diversi studi hanno dimostrato che è in grado di determinare un aumento della permeabilità di membrana in Escherichia Coli, alterare lo stato elettrico della membrana cellulare e indurre uno stato di stress ossidativo della cellula batterica attraverso la formazione di ROS (specie reattive dell’ossigeno). Questa erba officinale può quindi contribuire nell’eradicazione del microrganismo patogeno, essendo inoltre attiva non solo nei confronti dell’Escherichia Coli. Se ne consiglia l’uso sottoforma di olio essenziale, da 5 a 10 gocce a seconda della concentrazione del prodotto, su una zolletta di zucchero o in cucchiaino di miele. Esistono inoltre diversi integratori contenenti carvacrolo (consultabili in questo link) che risultano utili nel trattamento della cistite, in particolare se associati al cranberry o al D-mannosio. 

Fermenti lattici, in particolare i lactobacilli, possono contribuire nel ripristino della flora batterica contrastando l’equilibrio tra agenti patogeni e microrganismi buoni che invece svolgono una importante funzione per il supporto del sistema immunitario. Di conseguenza, i lactobacilli possono contribuire nel contrastare la crescita dei microrganismi patogeni come l’Escherichia Coli riducendo la carica batterica e favorendo l’azione dei disinfettanti sopra menzionati e contrastando. I fermenti lattici, inoltre, possono contribuire nel rinforzare il sistema immunitario riducendo la comparsa di recidive. 

In conclusione si sottolinea l’importanza di aumentare l’apporto di acqua per contrastare le infezioni batteriche delle basse vie urinarie, in associazione ad un integratore a base di cranberry, mannosio o origano. Aggiungere anche un integratore a base di fermenti lattici può contribuire ulteriormente alla risoluzione dell’infiammazione. Si consiglia sempre di consultare il medico, in particolare se i sintomi persistono o in presenza di calcolosi o altre patologie.

Questo articolo non sostituisce il parere del medico e ha solo fini informativi. Il nostro obiettivo è quello di fornire informazioni approfondite utili sull’utilizzo degli integratori alimentari, per non commettere errori “fai da te” e per evitare l’uso inappropriato e sconsiderato dei farmaci. 

Lascia un commento

La tua email non sarà mostrata. I campi obbligatori sono contrassegnati con

0

Registrazione